english

REHA & MEDICAL

Il Sig. Angelo Peritore è direttore del Servizio Assistenza e Clienti della REHA & MEDICAL, società specializzata nella vendita, manutenzione e riparazione di carrozzelle elettriche (e non) per disabili e di apparecchiature elettromedicali. REHA & MEDICAL è una società giovane, fatta però di gente che vanta un'esperienza ventennale nel campo, esperienza che si traduce in proficui rapporti di collaborazione con alcuni dei maggiori produttori italiani ed esteri. REHA & MEDICAL lavora con clienti sparsi in tutta Italia e ha fatto della serietà, della tempestività e dell'affidabilità i suoi punti di forza.

Per il disabile, il cambio di batteria della carrozzella è un momento molto delicato, che richiede la massima attenzione.
HandycapSul mercato esistono, volendo generalizzare, due tipi di batteria: quelle per auto e quelle per la trazione leggera (adatte anche ad usi semistazionari), studiate e realizzate specificatamente per applicazioni quali le carrozzelle elettriche. I due prodotti vengono spesso e a torto confusi, perché offrono prestazioni radicalmente diverse sia sul piano qualitativo che quantitativo. La classica batteria per auto nasce infatti per uno scopo limitato e ben circoscritto: offrire picchi elevati di corrente per brevi intervalli di tempo, quanto è necessario per avviare un motore. Al contrario, alla batteria da trazione leggera si richiede una erogazione di corrente limitata e soprattutto prolungata nel tempo. Se applichiamo una batteria per auto su una carrozzella abbiamo in pratica la certezza di ottenere prestazioni irregolari e inaffidabili, caratterizzate dal classico andamento "a strappo" che, quando non è originato da altri problemi, è il sintomo visibile di una batteria inadatta. Ma la differenza diventa ancora più netta quando prendiamo in considerazione la durata della carica durante il giorno. Una buona batteria da trazione leggera, oltre ad assicurare prestazioni impeccabili, ha un'autonomia molto più lunga, doppia o anche tripla rispetto alla batteria per auto. Anche dal punto di vista economico i vantaggi sono tutti dalla parte della scelta della batteria giusta. Se è vero che la classica batteria per auto costa in media circa un terzo, è altrettanto vero che dura molto meno di una batteria da trazione leggera, pochi mesi a fronte di alcuni anni di quest'ultima. Inoltre, una batteria inadatta può arrecare danni alla centralina, una parte molto sensibile agli sbalzi di tensione e corrente, che sono inevitabili da parte di una batteria nata per erogare picchi di corrente limitati ad alcuni secondi.

Chiarita l'importanza e la necessità di una batteria specifica da trazione leggera, vorrei rispondere ad alcuni interrogativi che spesso mi vengono posti dai miei clienti.
Carrozzina BasketQuale modello scegliere: la batteria tradizionale con l'acido liquido all'interno (per intenderci quella con i tappi che si possono aprire) oppure quella completamente sigillata al gel ? L'evoluzione tecnologica e costruttiva della batteria ha fatto passi da gigante. Nel passato l'unica vera alternativa per i modelli da trazione leggera era la classica batteria con l'elettrolita liquido (acido solforico diluito). Da alcuni anni si sono imposte le batterie sigillate al gel, ormai prodotte in diverse dimensioni e caratteristiche elettriche. Le aziende produttrici hanno potuto beneficiare di mercati sufficientemente ampi per assicurare le necessarie economie di scala e i prezzi al consumatore, pur superiori, si sono notevolmente avvicinati ai modelli tradizionali. Le batterie sigillate al gel sono, come dice il nome, chiuse ermeticamente. Il vantaggio più evidente è che durante le procedure di carica si evita quella dispersione di vapori di acido, normale nelle batterie tradizionali. E'chiaro che in tutti quei casi in cui la ricarica avviene in casa, spesso nella stanza in cui si dorme, la batteria al gel vale senz'altro il costo in più che comporta. Le batterie al gel inoltre non richiedono manutenzione, sono facilmente trasportabili, sono approvate per il trasporto aereo, possono lavorare in qualsiasi posizione perché è esclusa qualsiasi fuoriuscita di liquido corrosivo. Le batterie al gel hanno infine una autonomia di carica e una durata nel tempo maggiore rispetto ai modelli tradizionali (a parità di dimensioni). Ai miei clienti consiglio le batterie tradizionali, con elettrolito liquido, solo in quei casi in cui la carrozzella si muove in ambienti aperti e viene ricaricata in luoghi esterni e comunque nei quali non ci sia costante presenza di persone. In tutti gli altri casi la maggiore spesa per la batteria al gel è ampiamente compensata dai vantaggi che offre. Un'attenzione particolare deve essere data ai caricabatterie, che devono essere adatti alle batterie su cui lavorano. Le batterie al gel, in particolare, sono sensibili al processo di carica e necessitano di apparecchi realizzati in maniera dedicata. In parole semplici, un carica batterie regolato per i modelli tradizionali può rapidamente danneggiare in maniera irreversibile una batteria al gel. Un carica batteria regolato per i modelli al gel, non riesce a caricare al 100% una batteria tradizionale. Consiglio quindi di fare particolare attenzione a ciò che si acquista. Il carica batteria è un elemento essenziale per il corretto funzionamento di tutto il sistema.

In base a quali caratteristiche elettriche scegliere la batteri da acquistare?
In generale, io consiglio di installare una batteria con capacità (Ampere/ora) superiore di almeno un 20-30% rispetto a quella richiesta. Non sempre è possibile perché le specifiche elettriche delle batterie sono legate alle dimensioni e gli alloggiamenti (le scatole porta batterie) in molti casi sono obbligati. Insieme ai miei collaboratori, abbiamo studiato, con successo, modifiche che permettono di installare batterie con dimensioni e capacità maggiori. In questo modo, la batteria viene sollecitata di meno, quindi dura sensibilmente di più a fronte di un modesto incremento di prezzo. Per non parlare del fatto che una capacità più elevata significa maggiore autonomia, più sicurezza sul piano delle prestazioni, evitando il rischio di rimanere bloccati. In parole chiare, più potenza significa più libertà di movimento e in piena sicurezza. Quale marca è più indicata? Per mia esperienza diretta, posso affermare che esistono produttori e marchi molto seri sia in Europa che negli Stati Uniti. Io cerco di scegliere per i miei clienti i modelli giusti in funzione delle specifiche esigenze e delle condizioni di lavoro. Un consiglio che comunque mi sento di dare è non cercare di risparmiare montando una batteria inadatta: per esperienza, questo è un errore che poi costa al vostro portafoglio più che un acquisto oculato la prima volta. Per i miei clienti scelgo sempre e solo prodotti molto validi, progettati per questo impiego specifico e dotati di tutti i requisiti di sicurezza e affidabilità. E non potrebbe essere altrimenti, vista l'importanza che rivestono per i loro utilizzatori, i quali hanno tutto il diritto di essere molto esigenti al riguardo. Spero con questo di essere riuscito a dare una risposta ad alcuni vostri interrogativi. Se non è stato così, o ne avete altri, non esitate a contattarmi. Sarò felice di rispondervi a stretto giro di posta o e-mail. Prima di congedarmi desidero ricordare alcune norme di sicurezza importanti per evitare qualsiasi problema con la batteria della vostra carrozzella. Tenere lontano dalla batteria sigarette, fiamme libere ed evitare la formazione di scintille. Durante il processo di carica e se la batteria viene lasciata inattiva per lungo periodo, si possono creare gas esplosivi (miscela di idrogeno e ossigeno). Le batterie tradizionali (non ermetiche) contengono acido solforico. Evitate il contatto con la pelle, gli occhi e i vestiti. Nel caso di contatto accidentale con la pelle, lavare abbondantemente e poi trattare le parti colpite con una soluzione tampone di fosfati per almeno 15 minuti. In caso di contatto con gli occhi, procedete con irrigazioni oculari continue prima con acqua e poi con soluzioni tampone di fosfati per almeno 15 minuti. In entrambi i casi è bene consultare subito un medico. Se accidentalmente viene ingerito l'acido contenuto nella batteria, bere molta acqua o latte. Attenzione a non indurre al vomito e chiamare subito il medico. Con le batterie al gel non ci sono problemi di perdita accidentale di liquido (nemmeno se la batteria viene accidentalmente bucata). Non rimuovere i tappi delle batterie al gel o di altri modelli ermetici. Nelle batterie tradizionali assicurarsi che i tappi siano ben chiusi e non aprirli mai, tranne quando dovete rabboccare con acqua distillata l'elettrolito. Prestate attenzione a non creare un collegamento diretto tra polo positivo e negativo con un oggetto metallico: provochereste un corto circuito con la possibile esplosione della batteria.Leggete con attenzione le istruzioni e le norme di sicurezza del vostro apparecchio prima di mettere in carica la batteria. Non trattate la batteria come un rifiuto normale. Assicuratevi che vengano smaltite nel modo corretto, consegnandole a chi è attrezzato e autorizzato per un corretto smaltimento Grazie per l'attenzione.